Altra Costiera Amalfi
Altracostiera on Facebook Altracostiera on Twitter
Ravello (Pontone)Ravello (Pontone)Ravello (Pontone)Ravello (Pontone)

Ravello (Pontone)


Descrizione di Pontone con Itinerario Amalfi-Pontone

Il borgo medievale di Pontone, fino ai primi del XX secolo frazione di Amalfi…
Centro commerciale ed artigianale, assai rinomato per la produzione di lana, in epoca antica risultò assai apprezzato da clero e nobiltà per la stupenda posizione e per la pace che vi regna incontrastata. Dominano il piccolo abitato numerosi palazzi gentilizi e tre imponenti torri campanarie. La prima che s’incontra, è quella della Casa Vescovile residenza invernale dei presuli scalesi; segue quella dell’attigua chiesa di San Filippo Neri
Del X sec, intitolata a S. Matteo, venne completamente rifatta in epoca barocca, ed affidata all’Arciconfraternita di S. Filippo Neri (da cui il nome), della quale si possono ammirare gli antichissimi documenti, i vestimenti e le insegne…
Da vedere: il pavimento maiolicato, le tele barocche degli altari e, addossato alla parete della Congrega, un magnifico Crocefisso in stucco riconducibile al XIV sec…
Infine è la volta, ormai nella suggestiva piazzetta medievale, della Chiesa di S. Giovanni Battista
Del XII sec ma rimaneggiata più volte, conserva numerosi quadri di epoca cinquecentesca e barocca: bellissima la Circoncisione di Aniello Iannicelli del 1590. Da notare ancora: l’imponente retablo ligneo dell’altare maggiore, adorno di dipinti raffiguranti episodi della vita di S. Giovanni e di una bella statua del Santo, e la consunta Lastra tombale di Filippo Spina del 1346…
Sul lato interno della piazza via Noce immette nel nucleo abitativo di Pontone, in gran parte ripreso ma ancora ricco di importanti testimonianze medievali. Oltre è via Tuoro, ove si trova l’antica Porta Occidentale di Pontone e, sempre dritti, via Pestrofa che conduce alla Valle delle Ferriere...
Dalla piazzetta, passando sotto il campanile di S. Giovanni, guadagniamo la strada statale sul cui lato esterno apre la bella Chiesa di S. Maria del Carmine. Di impianto romanico ma rimaneggiata in epoca barocca, presenta, unico esempio in Costiera, un caratteristico portico coperto a volta… S. Maria del Carmine a Pontone
Attraverso via Torre, che snoda proprio dal lato della chiesina, guadagniamo l’ingresso al magnifico parco del Monte Aureo. Nel fitto labirinto di pini dipanano due stretti sentieri: uno conduce al Belvedere, l’altro, quello a destra che imbocchiamo, alla famosissima Torre dello Ziro
Se ne ignora l’epoca di costruzione ma l’impronta aragonese farebbe pensare al XV sec, tanto più l’origine del nome, forse dall’antico insediamento rupestre di S. Salvatore De Ciro.
La grande fama della costruzione deriva dalla toccante vicenda di Giovanna d’Aragona, meglio conosciuta come “la Pazza”, che tanti Viaggiatori attirò all’epoca del Grand Tour…
Figlia illegittima di Ferdinando I d’Aragona, nel 1490 all’età di dodici anni, la fanciulla andò in moglie al duca di Amalfi Alfonso Piccolomini. Uomo dissoluto e corrotto, il Duca in capo a pochi anni la lasciò vedova e madre di due figli, alla guida di un Ducato praticamente in rovina. Giovane, ma soprattutto caparbia, Giovanna riuscì a risollevare il governo e, coll’avvenente maggiordomo di corte Antonio Bologna, a rifarsi una famiglia. Scandali e pettegolezzi accompagnarono quella che passò alla storia come una delle più torride relazioni di tutti i tempi…maldicenze certamente non apprezzate dai fratelli di lei Conti di Gerace.
Oramai etichettata “la Pazza”, i fratelli che decisero di soffocare lo scandalo cosicchè lei ed i suoi bimbi vennero rinchiusi nella torre, e quivi lasciati morire di fame, ma secondo alcuni trucidati (anno 1510?); il Bologna invece, in primo momento scampato alla cattura, cadde per mano di prezzolati tagliagole…
Storia triste e ad un tempo dolcissima, di amore e di morte, che ispirò al Bandello la XXIV delle sue “Novelle”, dalla quale in seguito: John Webster trasse la “Tragedy of the Dutchesse of Amalfi”; Françoise Belleforest “Histoire tragique”; e Felipe Lope de Vega la sua “Comedia famosa y triste del Mayordomo de la Duquesa de Amalfi”...
Ancora qualche metro oltre la torre, e guadagniamo una piccola piazzola fortificata dalla quale si gode un magnifico colpo d’occhio su Atrani e la costa fino a Capodorso da un lato, e su Amalfi e la costa fino al Capo di Conca dall’altro…ma è ora di tornare… Tra Amalfi ed Atrani
Usciti dal parco, sempre dritti per le scale, giungiamo al bivio detto “delle croci” dall’edicola posta sulla parete della via…
Qui la strada diviene unica, e riprende in ripida discesa, costeggiata da lussureggianti terrazzamenti di limoni…
Man mano che perdiamo quota i quartieri alti di Amalfi prendono forme definite…siamo in via pedonale per Pontone, quasi al termine della nostra passeggiata che, volteggiando tra ripide rampe di scale, in un quarto d’ora circa ci riporta ad Amalfi, in via Leone Comite Orso…in piena Valle dei Mulini…

Appartamenti in Ravello (Pontone)

Nome dell'appartamento (posti letto + posti letto aggiuntivi)


Torna alla pagina iniziale Torna all'inizio di questa pagina Chi siamo: informazioni su L'Altracostiera s.a.s. Contatti: informazioni su come contattarci Dove siamo: come raggiungere i nostri uffici ad Amalfi Servizi: infomazioni sui nostri servizi
Condizioni di prenotazione

© L'Altra Costiera s.a.s.
via Lorenzo D'Amalfi, 34 - 84011 Amalfi (SA)
Tel 089 8736082 - 089 8304536

e-mail: info@altracostiera.com
Tutti i diritti riservati.

Partita IVA: 03542430651