Altra Costiera Amalfi
Altracostiera on Facebook Altracostiera on Twitter

Amalfi


“Il giorno del giudizio per gli amalfitani che andranno in paradiso sarà un giorno come tutti gli altri”(Fucini).
Amalfi è un paradiso terrestre. Panorami colorati dalle preziose tonalità cromatiche che dal mare ritornano alle rocce. Una leggenda narra che il suo nome deriva dalla ninfa Amalfi, amata da Ercole. L'eroe, dopo la sua morte, le diede sepoltura nel posto che riteneva il più bello al mondo e dal quale è nata la perla della costiera.
Storicamente la città di Amalfi deve il nome ai suoi fondatori, coloni romani provenienti dal villaggio di Melphi. Durante il periodo bizantino divenne la prima Repubblica Marinara e il territorio comprendeva la quasi totalità di quella che oggi chiamiamo appropriatamente, costiera amalfitana, dal mare fino a Scala e Agerola verso l’interno.
Dopo un grande periodo di prosperità si trovò a combattere una lunga battaglia con scorrerie e piraterie, specialmente navali. Questo però servì ad aumentare la forza navale tanto che riuscì a liberarsi anche dalla sottomissione del regno di Napoli.
Successivamente iniziarono le lunghe battaglie con gli arabi, quest’ultimi non riuscirono mai a conquistarla.Vi riuscì invece nel 1038 Guaimaro IV, principe di Salerno, ma nel 1052 la città fu di nuovo dipendente.Saranno gli ultimi anni di libertà in quanto nel 1137 divenne padrone della città Ruggero d’Altavilla re normanno.
La sua storia di Repubblica Marinara è rinnovata ogni anno, da Giugno ad Agosto, con la regata Storica. La regata è una gara tra galeoni ricostruiti su modelli del XII secolo che ricordano i colori delle Repubbliche Marinare (Venezia, Pisa, Genova, Amalfi). Del suo passato di antica repubblica marinara ne serba memoria anche la Tabula Amalphitana, codice di commercio marittimo in vigore nel Mediterraneo fino al Cinquecento.
Ad Amalfi si può visitare ed ammirare: Il duomo la cui costruzione risale al 987 e nel 1700 il suo aspetto di stile romanico fu trasformato in stile barocco, il chiostro del Paradiso sito proprio a fianco al Duomo risalente al 1200 con affreschi di scuola Giottesca di stile romanico-arabo, il museo della Chiesa del “Crocifisso” un grande complesso la cui costruzione risale al IX secolo in cui si può ammirare il “Tesoro della Chiesa”, in fine vi è il museo della carta del 1300.
Amalfi non è soltanto storia e arte.E’ anche un capolavoro paesaggistico, una perla che all’imbrunire si accede del bagliore del sole che tramonta, al largo sul mare, mentre da terra rispondono le siepi di bouganvilles, incediate dai caratteristici fiori rossi a calice.


Perla del Mediterraneo, specchio di tradizione storica millenaria, unica nella sua bellezza naturale, Amalfi incanta di certo il cuore. Chi poi ha la fortuna di visitarla nei giorni del 27 giugno e del 30 novembre, ha anche l’occasione di partecipare allegramente, insieme alla comunità, alla festa dedicata al Santo patrono Andrea, protettore dei pescatori. Entrambe le date sono legate alla figura del santo: il 30 novembre si celebra la morte avvenuta nel 60 d.C., il 27 giugno si festeggia l’anniversario del miracolo a lui attribuito del 1544, quando salvò la città dall’invasione dei pirati, scatenando una violenta tempesta nel porto. La statua di o’ vecchio è portata da una congregazione in processione lungo la città fino a giungere in spiaggia dove ci sono i pescatori ad aspettarla. Per omaggiare il santo, i pescatori gli donano pesce, lo prendono in spalla e lo portano di corsa verso il Duomo. E’ proprio in questo momento che si verifica il miracolo di Sant’Andrea con la fuoriuscita dalla tomba, che ne conserva le reliquie, di un liquido oleoso detto manna. E’ un esplosione di gioia, tutti si abbracciano nei festeggiamenti che terminano a notte fonda con gli spettacolari fuochi pirotecnici.

Appartamenti in Amalfi

Nome dell'appartamento (posti letto + posti letto aggiuntivi)

Ville in Amalfi

Nome (posti letto + posti letto aggiuntivi)


Torna alla pagina iniziale Torna all'inizio di questa pagina Chi siamo: informazioni su L'Altracostiera s.a.s. Contatti: informazioni su come contattarci Dove siamo: come raggiungere i nostri uffici ad Amalfi Servizi: infomazioni sui nostri servizi
Condizioni di prenotazione

ę L'Altra Costiera s.a.s.
via Lorenzo D'Amalfi, 34 - 84011 Amalfi (SA)
Tel 089 8736082 - 089 8304536

e-mail: info@altracostiera.com
Tutti i diritti riservati.

Partita IVA: 03542430651